Chiacchiere, Bugie, Frappe, Lattughe: tutti i dolci tipici del Carnevale

Effetto WOW > Alimentari > Chiacchiere, Bugie, Frappe, Lattughe: tutti i dolci tipici del Carnevale

Indice dei contenuti

Tanti nomi, un unico dolce

Oltre a frittole, castagnole e frittelle in generale, le Chiacchiere sono il dolce simbolo del Carnevale riconosciuto da tutti. La storia delle Chiacchiere parte da molto molto lontano: già nell’antica Roma compaiono cenni di un dolce chiamato “fritcilia” fritto nel grasso di maiale dall’aspetto molto simile ai nostri dolci di Carnevale. Le Chiacchiere vere e proprie nascono però a Napoli: la tradizione vuole che la regina Savoia, solita nel dilungarsi nel chiacchierare, ebbe un attacco di fame improvviso e il cuoco preparò in tutta fretta il dolce che conosciamo dandogli il nome di Chiacchiere.

bugie zucchero

Ma perché quelle che in Lombardia e in altre regioni d’Italia vengono chiamate Chiacchiere, qui in Piemonte sono conosciute come Bugie? E in realtà non in tutto il Piemonte, perché hanno nomi diversi anche a seconda della provincia (per esempio nella mia zona, biellese e vercellese, si chiamano Gale). In Liguria sono conosciute anche come Crostoli, a Mantova sono dette Lattughe, in Emilia Fiocchetti oppure Sfrappole a seconda della zona, in Lazio ci sono le Frappe, in Toscana i Cenci. Ma non vi preoccupate, il succo non cambia: gli ingredienti più o meno sono gli stessi, la cottura tradizionale prevede la frittura in abbondante olio di semi o girasole e la consistenza è la stessa. Cambiano le forme, lo spessore della pasta (come nelle Lattughe per esempio che sono molto sottili e a forma di striscioline) e alcuni aromi che possono essere aggiunti o meno (come i liquori, l’anice o il limone).

La ricetta originale delle Chiacchiere

Una volta sviscerati tutti i nomi con i quali vengono chiamati questi deliziosi dolci di Carnevale, proviamo a prepararli! L’impasto è davvero semplice, gli ingredienti pochi e probabilmente già tutti disponibili in frigo e in dispensa. Il risultato deve essere questo: sfoglie croccanti e delicate che si sciolgono letteralmente in bocca. Naturalmente come per ogni ricetta tradizionale che si rispetti, anche nel caso delle Chiacchiere le varianti si sprecano: non solo per quanto riguarda forma e aromi come dicevamo, ma è possibile portare in tavola Chiacchiere ripiene (per i più golosi) e anche Chiacchiere “light” (cotte in forno). Io vi consiglio però di provare prima di tutto la ricetta tradizionale per assaporare il vero gusto del Carnevale!

dolci carnevale

Ingredienti

  • 350 grammi di farina bianca
  • 40 grammi di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 20 grammi di burro
  • mezza bustina di lievito in polvere
  • 2 cucchiai di liquore (grappa, rum o marsala)
  • olio per friggere q.b.
  • zucchero a velo q.b.

Procedimento

Preparate l’impasto mettendo nel mixer la farina bianca, il burro a pezzetti, l’uovo, lo zucchero, il lievito e il liquore. Azionate il mixer fino ad ottenere un composto omogeneo e trasferitelo sulla spianatoia. Continuate a lavorare l’impasto a mano, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare per mezz’ora in frigorifero.

A seconda della specialità di Carnevale che desiderate ottenere stendete una sfoglia più o meno spessa utilizzando il mattarello o, meglio ancora, la macchina per la pasta. Per fare le classiche chiacchiere tagliate sfoglie larghe circa 10 centimetri e ricavate dei rettangoli sui quali dovrete incidere due righe parallele al centro.

Friggete le chiacchiere in olio abbondante; l’olio dovrà raggiungere la temperatura minima di 170°: potete controllare la temperatura con un apposito termometro da cucina oppure utilizzando il classico trucco dello stuzzicadenti (se immergendolo vedrete delle bollicine formarsi intorno al legno vorrà dire che l’olio è a temperatura).

Una volta dorate da entrambi i lati, scolate le chiacchiere e asciugatele appoggiandole su un foglio di carta assorbente, lasciatele raffreddare e cospargetele di zucchero a velo.

Sicuramente le avrete già assaggiate, ma le avete mai preparate in casa? Come si chiamano i dolci di Carnevale nella vostra regione? Avete altre ricette di dolci tipici da suggerire alla community dei nostri lettori? Fatecelo sapere lasciando un commento qui sotto! 

Autore
Hai domande o curiosità?
Lasciaci un commento!
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Seguici su YouTube
Seguici su Telegram
Seguici sui Social
Facebook
Instagram
Telegram
YouTube
Iscriviti alla newsletter
Articoli correlati
struffoli preview
Struffoli di Carnevale, la ricetta originale dei deliziosi dolcetti fritti
bubble tea preview
Bubble tea: che cos’è, come è nato e perché ha conquistato il mondo
Categorie
Autore
Effetto WOW © 2021 Copyright SimpleMedia® P.IVA 01305640771 | REA: MT-88678 |
Effetto WOW © 2021 Copyright SimpleMedia® P.IVA 01305640771 | REA: MT-88678 |