Coppetta mestruale: eco friendly, economica e comodissima

Effetto WOW > Salute e bellezza > Coppetta mestruale: eco friendly, economica e comodissima

Indice dei contenuti

Cos’è la coppetta mestruale

La coppetta mestruale è un piccolo calice di silicone che viene inserito più o meno come un tampone per raccogliere il sangue mestruale. E’ riutilizzabile praticamente all’infinito, igienica, comodissima e rende le mestruazioni decisamente eco-green oltre che molto economiche. Per contro, nonostante siano stati fatti passi da gigante in fatto di informazione e promozione di questo genere di prodotto, ancora troppe donne non ne vogliono sentire parlare, convinte che sia uno strumento di tortura, che sia difficile da usare, peggio ancora che sia qualcosa di “sporco”; questo perché, purtroppo, le mestruazioni sono ancora considerate un tabù e qualcosa di cui vergognarsi nella nostra società.

La coppetta ha alle sue spalle una storia lunga: se n’è incominciato a parlare grazie al web e molte donne hanno scelto di provarla e acquistarla, o quanto meno sanno di cosa si tratta. Ma la prima coppetta è nata quasi 100 fa: è stata infatti brevettata in America negli anni ‘30. Da allora sono stati sperimentati diversi tipi di materiale per rendere la coppetta comoda e confortevole, per esempio a fine degli anni ‘80 la coppetta veniva prodotta in lattice di gomma. E’ solo nel 2001 che nasce però la prima cup in silicone medico ovvero la coppetta così come la conosciamo oggi.

coppetta rosa

5 buoni motivi per utilizzare la coppetta mestruale

  1. La coppetta è completamente ecologica: l’utilizzo costante e abbondante di tamponi e assorbenti provoca una quantità incredibile di spazzatura nell’arco della vita di ogni donna mentre la coppetta è riutilizzabile almeno per 10 anni (ma se ben tenuta, anche di più)
  2. La coppetta è incredibilmente economica: gli assorbenti e i tamponi hanno un costo altissimo e su questo argomento si dibatte da molto tempo. Anche se è stato fatto qualche piccolo passo avanti, la spesa mensile per affrontare le mestruazioni resta alta. La coppetta invece, ha un costo molto basso (dai 10 ai 30 euro circa) e dura a lungo
  3. La coppetta protegge durante tutto il ciclo: dal primo giorno all’ultimo, dallo spotting al flusso abbondante, la coppetta è unica e protegge sempre. Essendo molto capiente e adagiandosi perfettamente al corpo di ogni donna, la coppetta elimina ogni rischio di perdite imbarazzanti
  4. La coppetta protegge la salute della donna: a differenza di assorbenti e tamponi la coppetta è priva di sostanze inquinanti e nocive. Inoltre, essendo in silicone medico, allontana ogni rischio di allergia. Grazie alla sua conformazione e al materiale di cui è fatta inoltre, non altera il pH naturale della vagina e quindi non provoca irritazioni e infezioni come accade invece spesso con l’utilizzo dei tamponi. A differenza dei tamponi non secca le mucose e a differenza degli assorbenti non fa assolutamente sudare e non crea alcun disagio
  5. La coppetta è comodissima: nonostante sia temuta ancora da molte persone, la coppetta è quanto di più comodo e confortevole ci possa essere durante i giorni del ciclo. Si inserisce facilmente e si può tenere fino a 12 ore, non si sente assolutamente se inserita nel modo corretto e soprattutto può essere utilizzata al mare o in piscina, durante l’attività sportiva e naturalmente anche di notte.
coppetta tampone

Come si utilizza la coppetta

La coppetta ha una forma ad imbuto e una volta inserita aderisce perfettamente alle pareti vaginali. Anziché assorbire il flusso mestruale quindi, la coppetta semplicemente lo raccoglie mantenendo fresca e asciutta chi la indossa.

Inutile mentire: la coppetta ha bisogno di un certo “allenamento” per far sì che il suo inserimento diventi abitudine. Nulla di spaventoso in ogni caso: se le prime volte può succedere di sentire fastidio (mai dolore comunque) è per colpa della tensione nella zona pelvica dovuta all’ansia da “prestazione” e alla novità. Il segreto è proprio quello di riuscire a rilassarsi e provare a inserirla con calma (cosa che è consigliato fare la prima volta senza attendere di avere il ciclo).

Come inserire la coppetta

La prima cosa da fare, banale e scontata ma è bene ricordarlo, è lavarsi bene le mani prima di afferrare la coppetta (che deve essere sterilizzata e ben pulita). Per inserirla è possibile piegare la coppetta in diversi modi, solitamente consigliati dai produttori stessi della cup e spiegati bene nei libretti che accompagnano le coppette. Il metodo classico più utilizzato è quello di piegare la coppetta a libro in modo da chiuderla su se stessa e poi inserire il “cilindro” creato facendolo ruotare leggermente. Una volta inserita la coppetta si apre da sola e si adagia senza provocare alcun fastidio.

Come togliere la coppetta

Anche togliere la coppetta non è difficile: basta afferrare la base della coppetta e stringerla per togliere l’effetto sottovuoto che si va a creare mentre si indossa e poi tirarla delicatamente muovendola da un lato all’altro. Se tolta con delicatezza e attenzione il contenuto non scivolerà fuori: questa è forse la più grande paura di chi non ha molta voglia di avere a che fare troppo da vicino con il proprio sangue mestruale (cosa comprensibilissima). La coppetta in realtà è il massimo della pulizia e dell’igiene, un vero passo in avanti rispetto ad assorbenti e tamponi, così sgradevoli nel momento in cui sono da cambiare.

coppetta altezza

Come lavare, sterilizzare e riporre la coppetta

Una volta svuotata, la coppetta prima di essere riposizionata va ovviamente sciacquata con acqua corrente e, se possibile, lavata con sapone neutro. Ciò che però è davvero importante è la sterilizzazione della coppetta. Naturalmente la coppetta dovrà essere sterilizzata al primo utilizzo: lo si può fare semplicemente immergendola in una pentola con acqua bollente e lasciandola in ammollo per una decina di minuti. La sterilizzazione è consigliata a fine di ogni ciclo; si tratta quindi di una piccola operazione molto semplice ma importante da effettuare una sola volta al mese. Fondamentale per la cura della coppetta e soprattutto per la salute di chi la indossa.

Spesso le coppette vengono vendute con contenitori semirigidi appositi o con semplici sacchetti di stoffa per riporle a fine ciclo. Ciò che conta è evitare di tenerle in stanze troppo umide (meglio evitare il bagno dunque) e tenerle al riparo da fonti di calore.

lavaggio coppetta

Controindicazioni e rischi

La coppetta mestruale è ciò che di più sicuro si possa utilizzare durante il ciclo mestruale. I rischi nell’utilizzo della cup sono praticamente nulli. A patto però di conservarla con cura, sterilizzarla quando richiesto e tenerla naturalmente ben pulita. Come detto, la coppetta può essere tenuta fino a 12 ore, senza creare alcun problema e fastidio. Trascorso quel tempo però i batteri iniziano a proliferare e anche se la coppetta mantiene i fluidi corporei e i nostri tessuti ben separati, meglio non correre rischi.

Gli stessi ginecologi ormai la consigliano. La coppetta è controindicata solo temporaneamente a chi ha partorito, a chi ha subito un aborto o un intervento chirurgico vaginale: in questi casi bisogna attendere 6 mesi prima di poter utilizzare di nuovo o per la prima volta la coppetta mestruale. A parte questi casi specifici, la coppetta non ha controindicazioni e può essere utilizzata da tutti, anche dalle giovanissime, scegliendo i modelli più piccoli e morbidi per evitare qualsiasi genere di fastidio: non solo perché è comoda ed ecologica, ma anche perché la coppetta è il modo migliore per imparare a conoscere meglio il proprio corpo.

porta coppetta

Quale coppetta scegliere

La scelta della coppetta è molto importante: essendo un prodotto che si riutilizza a lungo nel tempo, deve essere fatta con cognizione di causa tenendo conto di tutte le variabili del caso. A parte colore e forma (che possono essere valutati e scelti a occhio), ciò di cui bisogna tenere conto è in primo luogo la misura delle cervice. Se la nostra cervice è piuttosto alta dovremo scegliere una coppetta lunga, con uno stelo di una certa dimensione; se la cervice è bassa per non sentire la coppetta una volta indossata, dovremo scegliere un modello più corto o senza stelo. Importante è anche la quantità di flusso che perdiamo durante il ciclo: solitamente le coppette si trovano disponibili in due, tre o quattro misure a seconda della marca. Chi ha un ciclo molto abbondante dovrà obbligatoriamente scegliere una coppetta XL che solitamente raccoglie fino a 35ml di liquido. La decisione che solitamente crea più dubbi è quella della rigidità della coppetta: morbida o rigida? La scelta dipende dalle condizioni del pavimento pelvico: se avete una vescica sensibile e un pavimento pelvico debole meglio puntare sulla coppetta morbida; se invece avete un pavimento pelvico forte meglio scegliere la coppetta rigida.

coppette misura

Rainbow Cup, la coppetta più venduta su Amazon

Ho acquistato la mia prima coppetta molti anni fa quando ancora era difficile trovarla sui normali siti di e-commerce e impossibile trovarla nelle farmacie. Per fortuna oggi le cose sono cambiate e acquistare una coppetta è facile e veloce come un click! Non rinunciate però a cercare quella giusta seguendo le indicazioni riportate poco fa e soprattutto affidatevi a venditori seri e a prodotti certificati e sicuri.

Visto che la forma della mia prima coppetta non mi soddisfaceva a pieno, ho deciso un paio di anni fa di acquistarne un’altra (anzi due, visto il prezzo davvero conveniente) e ho scelto Rainbow Cup, attirata oltre che dal costo esiguo, dal fatto che fosse prodotta e realizzata in Italia e dalle ottime recensioni delle utenti che l’avevano già provata.

Rainbow Cup è stata una vera scoperta: il design, la forma e le scanalatura sono perfette e si adattano al corpo rendendo semplice sia l’inserimento sia il momento del cambio. Rainbow Cup è realizzata come la quasi totalità delle coppette in vendita oggi, in silicone medicale anallergico. Non contiene lattice, BPA, PVC, additivi o profumi. La colorazione è di grado medicale certificato e quindi totalmente sicura.

Il bordo leggermente più grande e spesso crea un effetto “sottovuoto” perfetto ma assolutamente indolore grazie ai piccoli fori. L’effetto ventosa è assicurato e le perdite sono impossibili! Io ho scelto il modello più morbido che è assolutamente flessibile e semplicissimo da aprire, modellare e inserire. Le sottili righe in rilievo che si trovano sul fondo della coppetta e sul gambo rendono molto agevole la presa per sfilare la coppetta prima di svuotarla ma non danno alcun fastidio una volta posizionata.

rainbow cup

Rainbow Cup è disponibile in due sole taglie ma sono assolutamente sufficienti per qualsiasi esigenza. Io ne ho acquistate due, una da utilizzare a fine ciclo e una durante i primi giorni avendo un flusso molto abbondante. La coppetta di taglia 1 è alta poco meno di 5 cm, ha un diametro di 4 cm e contiene fino a 20 ml di flusso, mentre la coppetta di taglia 2 è alta circa 7,5 cm, ha un diametro di 4,7 cm e contiene ben 31 ml. Naturalmente è disponibile sia la coppetta morbida, indicata per chi ha più di 40 anni e ha avuto uno o più parti naturali e quindi ha un pavimento pelvico meno tonico, e quella rigida che è indicata dal produttore per chi ha una vita particolarmente attiva, non ha avuto parti naturali e in generale ha meno di 40 anni. Anche se poco conta ai fini della comodità, è disponibile anche in 5 bellissimi colori: le tonalità blu, verde e giallo sono semi trasparenti, mentre la coppetta rosa e quella bianca non lasciano intravedere nulla.

Mai una perdita, Rainbow Cup non mi ha mai creato problemi. La utilizzo in palestra, in piscina, al mare, di notte: ed è stata una vera rivoluzione perché mi ha permesso di sentirmi a mio agio in qualsiasi momento senza preoccuparmi di perdite e di cambi d’emergenza di assorbente o tampone. Il gambo è piuttosto lungo rispetto ad altre coppette ma può essere tranquillamente tagliato come indicato anche dal produttore. Rainbow Cup è la coppetta perfetta? Sì, a parte un piccolo neo: viene spedita confezionata con cura ma senza sacchetto. Considerato il prezzo e la qualità eccelsa del prodotto possiamo sorvolare su questa piccola mancanza. In ogni caso, se deciderete di acquistarla dovrete procurarvi un sacchetto o un contenitore idoneo per poterla conservare con cura.

coppette rainbow

Chi ha provato la coppetta non torna indietro, su questo non ci sono dubbi: voi fate parte della schiera di donne che hanno scelto di vivere quei giorni in maniera più sostenibile su tutti i fronti? Raccontateci la vostra esperienza lasciando un commento qui sotto!

Non siete ancora convinte ma volete provare a cambiare le vostre abitudini e dare una svolta “green” alla vostra vita? Provate gli assorbenti lavabili: scoprite come si usano e dove acquistarli!

Autore
Hai domande o curiosità?
Lasciaci un commento!
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Seguici su YouTube
Seguici su Telegram
Seguici sui Social
Facebook
Instagram
Telegram
YouTube
Iscriviti alla newsletter
Articoli correlati
Categorie
Autore
Effetto WOW © 2021 Copyright SimpleMedia® P.IVA 01305640771 | REA: MT-88678 |
Effetto WOW © 2021 Copyright SimpleMedia® P.IVA 01305640771 | REA: MT-88678 |