Il ritorno del vinile: ecco perché acquistare il giradischi Majestic TT 27

Effetto WOW > Musica, Film e TV > Il ritorno del vinile: ecco perché acquistare il giradischi Majestic TT 27

Indice dei contenuti

Come è cambiata la musica negli ultimi decenni

Dal vinile alle musicassette, dalle musicassette ai cd, dai cd agli MP3 fino ad arrivare alla musica in streaming a disposizione sempre e dovunque. La mia generazione il lungo passaggio che ha trasformato le modalità di ascolto della musica l’ha vissuto tutto in pieno. Da bambina ascoltavo i dischi di nonna sul traballante giradischi di famiglia, qualche anno dopo registravo le mie canzoni preferite dalla radio sulle musicassette, da adolescente ho abbandonato il walkman e comprato con entusiasmo i primi cd per poi raggiungere l’ufficio da adulta con le cuffiette del mio lettore MP3 nelle orecchie e ora, mentre scrivo, la mia musica preferita mi fa da sottofondo dallo speaker del mio Echo Dot. Quindi sì, non lo dico tanto per dire: la mia generazione ha visto cambiare la musica in maniera così profonda, radicale e veloce che è quasi difficile starci al passo. Ma se le musicassette e i cd sembrano qualcosa di lontano e obsoleto, da conservare perché legati a qualche ricordo piacevole, da toccare, da aprire, da esplorare ma non di certo da ascoltare, il vinile invece non è mai passato di moda. E lo confermano le tendenze dell’ultimo anno!

collezione vinili

Perché il vinile non passerà mai di moda

Non importa quanti anni abbiamo sulle spalle: non servono esperienza e una certa età anagrafica per poter comprendere i motivi che ci spingono ancora oggi a far girare i dischi e ad amarne il suono sporco ma assolutamente unico. E’ il controsenso che regna sovrano in un’epoca in cui tutto è veloce ma la lentezza diventa ciò che è da ricercare, in cui tutto è tecnologico ma si brama la tradizione, in cui tutto tende alla perfezione ma ciò che alla fine colpisce sono l’imperfezione e la diversità. Per questo tra il suono pulito e massimizzato ad ogni livello di un perfetto riproduttore di musica attuale e il suono di un disco che nasce e muore tra le nostre mani, con tutti i suoi difetti, non c’è assolutamente gara.

Io sono cresciuta ascoltando i dischi di nonna, con lei e poi senza di lei, sul suo vecchio e ingombrante giradischi che purtroppo dopo decenni di onorato servizio mi ha abbandonato. Poco più che adolescente il mio amore per i vinili è esploso con la passione per la musica dance indimenticabile degli anni ‘90, tanto da sognare di diventare DJ. E così in casa mia sono entrati mixer e due mitici giradischi Technics che sono andati distrutti durante un trasloco. I miei vinili però non li ho mai abbandonati. E un anno fa circa finalmente ho potuto rispolverarli grazie a questo bellissimo giradischi Majestic!

giradischi majestic aperto

Come è fatto il giradischi Majestic TT 27

Il giradischi Majestic è assolutamente strepitoso: unisce il vintage a funzioni più moderne e tecnologiche che non tolgono nulla alla tradizione. La valigetta è molto old style nella struttura, nella forma e nei materiali. Se devo essere sincera, ci ho ritrovato anche lo stesso profumo che aveva il giradischi della mia nonna! Un vero tuffo nel passato. Soprattutto per i materiali, per l’elegante maniglia nera e la classica chiusura con fibbia.

Il giradischi che mi è stato regalato è un modello TT 27 in edizione limitata (dedicata al programma TV Xfactor): ha una grafica coloratissima e molto particolare nella parte superiore (sia interna che esterna). Lo stesso modello è disponibile nella versione base molto elegante e raffinata, completamente nera con interno rosso.

Rispetto ai vecchi giradischi di qualche decennio fa è senza dubbio più piccolo e leggero. Misura 30 centimetri x 31 centimetri e ha un peso di circa 2 chili e mezzo. Una volta chiuso la valigetta è pratica da ritirare ovunque ma anche bellissima da tenere a vista (soprattutto le versioni come la mia). La valigia è rigida e protegge perfettamente il suo interno, la chiusura è comodissima e sicura e la maniglia lo rende comodamente trasportabile da una stanza all’altra. Peccato non sia stato previsto un vano per inserire il cavo, a mio parere sarebbe stato molto comodo.

giradischi majestic

Come ascoltare 33 e 45 giri con Majestic TT 27

Il bello di possedere un giradischi simile è la non necessità di studiare il libretto di istruzioni. Se non avete mai utilizzato un giradischi o se non ne utilizzate uno da tanto tempo nessuna paura: poche semplici mosse e potrete ascoltare i vostri vinili preferiti in una manciata di secondi! Una volta aperta la pratica fibbia frontale dovrete sollevare il coperchio e collegare il dispositivo utilizzando il cavo incluso.

L’apparecchio si accende semplicemente ruotando la manopola del volume posizionata vicino all’attacco del braccio. Accanto alla manopola è presente anche un led che si illuminerà di rosso per indicare che il giradischi è acceso. Dopo aver posizionato il vostro disco preferito dovrete scegliere la velocità di riproduzione desiderata (33 o 45 giri) semplicemente facendo scorrere l’interruttore di selezione della velocità. Se possedete un 45 giri dovrete utilizzare l’adattatore che si trova nella parte frontale dal lato della maniglia.

A questo punto è possibile dare il via alla magia: sbloccando il braccio dal supporto (dopo averlo sganciato) dovrete semplicemente sollevare e muovere il braccio verso il bordo del disco e il disco inizierà a ruotare. Descrizione di un’operazione molto vintage e nostalgica che può sembrare banale ma in realtà sconosciuta ai più giovani (le mie figlie effettivamente, non avevano la più pallida idea di come azionare il giradischi quando l’ho mostrato loro per la prima volta). E dopo aver abbassato delicatamente il braccio, musica sia!

Il volume è regolabile come già detto ruotando la manopola che funziona anche per accendere e spegnere l’apparecchio. Se ascoltate un 45 giri ricordate di posizionare il tasto “Autostop” sulla posizione OFF.

Tutte le funzioni di Majestic TT 27

Uno splendido giradischi vintage per ascoltare le vostre collezioni di dischi d’annata ma non solo: Majestic TT 27 stupisce senza dubbio per il prezzo contenuto e le tante funzioni incluse. Il giradischi Majestic infatti non vi permetterà solo di far girare i vostri vinili preferiti ma potrà riprodurre musica in diverse modalità, decisamente più “moderne”.

Funzione AUX IN

Grazie alla presa di ingresso AUX IN è possibile ascoltare musica collegando una sorgente audio esterna (un lettore CD per esempio oppure direttamente il vostro smartphone). Per riprodurre musica da dispositivi esterni vi servirà un cavo da 3.5 mm (che non è incluso) da inserire appunto nella presa AUX IN presente sul retro della valigetta e non dovrete far altro che premere l’interruttore su PH/AUX IN (che si trova sul lato del giradischi).

Funzione AUX OUT

Le casse del giradischi sono di buona qualità ma sicuramente non eccellenti né potentissime. Personalmente trovo la qualità del suono più che sufficiente e adatta all’uso che ne faccio io però nel caso desideriate ascoltare la vostra musica del cuore con una qualità del suono migliore potrete utilizzare l’ingresso AUX AUT per collegare una cassa esterna.

cavi majestic

Funzione Bluetooth

Se preferite potete utilizzare il giradischi per ascoltare musica da un altro dispositivo tramite la funzione Bluetooth. Per farlo dovrete spostare l’interruttore a lato della valigetta su BT e dal dispositivo esterno che volete utilizzare come fonte selezionare TT27BT. Una volta avvenuto l’abbinamento udirete un breve suono e potrete avviare la riproduzione.

Funzione cuffie-auricolari

Se invece preferite ascoltare musica in solitaria senza disturbare chi vi sta vicino potete ascoltare i vostri vinili con le cuffie o gli auricolari naturalmente, collegandoli con un jack da 3.5 mm alla presa PHONES che si trova sul retro dell’apparecchio (l’altoparlante si scollegherà automaticamente).

Funzioni USB

Ebbene sì, il nostro fantastico giradischi vintage Majestic funziona anche come lettore USB. Per utilizzarlo con questa funzione basterà impostare il selettore sulla posizione USB e inserire una chiavetta nell’apposito vano. La riproduzione dei brani si avvia automaticamente appena inserita la chiavetta. Con i tasti NEXT/BACK, PLAY/PAUSE e STOP potrete gestire la vostra playlist come da un normalissimo lettore USB.

Ma non solo: con il giradischi Majestic potrete anche registrare su chiavetta in formato MP3 la musica dei vostri 45 e 33 giri utilizzando la funzione RECORD. Pigiando l’omonimo tasto darete il via alla registrazione e pigiandolo nuovamente la interromperete. Questa è senza alcun dubbio la funzione che più mi ha resa felice perché ho finalmente potuto mettere su MP3 tutti i miei dischi (con una buona qualità del suono considerando che hanno davvero molti anni).

laterale majestic

Come installare, rimuovere e cambiare la puntina

Torniamo alla modalità “classica” dell’utilizzo del giradischi. Una volta acquistato e tolto dalla confezione troverete la puntina già montata: sarà solamente da spingere verso l’alto per inserirla nella sua sede. La puntina del giradischi ovviamente è un componente delicato e soggetto a usura e può quindi nel tempo rovinarsi o rompersi. Il giradischi non include una puntina di ricambio ma può comunque essere acquistata a parte senza problemi e installata in maniera davvero molto semplice.

Per rimuovere l’eventuale vecchia puntina dovrete usare un cacciavite piatto inserendolo tra la puntina rossa e la testina nera facendo scattare la puntina verso il basso (praticamente il movimento contrario fatto per inserire e bloccare la puntina). Una volta sganciata potrete sostituirla con una puntina nuova per continuare ad ascoltare i vostri vinili senza rischiare di danneggiarli.

braccio majestic

Vale la pena di acquistare un giradischi nel 2022?

Se parliamo in particolar modo di Majestic TT 27 la risposta mi pare ovvia, dopo aver elencato tutte le sue caratteristiche e le sue funzioni. Ne vale assolutamente la pena! A un prezzo assolutamente contenuto avrete in casa un riproduttore di musica molto versatile e di buona qualità ma soprattutto un oggetto bellissimo che non perderà il suo fascino nel corso degli anni (e direi che ne abbiamo prova visto il successo del vinile degli ultimi anni). Ristampe, collezioni in edicola, edizioni speciali on line, in particolar modo su Amazon: il vinile è tutt’altro che sorpassato! Ma avere un giradischi come questo vi permetterà soprattutto di recuperare i 45 e i 33 giri che ancora riposano in cantina o in soffitta, proprio come ho fatto io.

Avete già in casa un giradischi per godervi il suono di 33 e 45 giri? Vi piacerebbe acquistarne uno per rispolverare i vecchi vinili e comprarne di nuovi? Fateci sapere cosa ne pensate lasciando un commento qui sotto! 

Autore
Hai domande o curiosità?
Lasciaci un commento!
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Seguici su YouTube
Seguici su Telegram
Seguici sui Social
Facebook
Instagram
Telegram
YouTube
Iscriviti alla newsletter
Articoli correlati
# Tag
Categorie
Autore
Effetto WOW © 2021 Copyright SimpleMedia® P.IVA 01305640771 | REA: MT-88678 |
Effetto WOW © 2021 Copyright SimpleMedia® P.IVA 01305640771 | REA: MT-88678 |